Segnalazione di illeciti: Cosa fare quando si riceve un nuovo caso

Come gestire le indagini interne dopo aver ricevuto una segnalazione? Ecco i quattro passi principali per evitare sanzioni.
Sabine Stöhr
In sintesi

Se la vostra azienda ha implementato una piattaforma di whistleblowing che permette ai dipendenti di denunciare sospetti di illeciti, siete sulla strada giusta. Ma, avete un quadro chiaro dei passi da seguire quando un dipendente segnala effettivamente irregolarità interne? Ecco i quattro passi fondamentali per evitare sanzioni, identificare e arginare possibili rischi aziendali e costruire rapporti di fiducia con i vostri segnalanti.

Integrity Line Blog WB Investigation

1. Filtrare i casi rilevanti

Il primo passo consiste nel valutare la pertinenza del messaggio ricevuto: La segnalazione viola un diritto dell’Unione Europa così come tutelato dalla Direttiva UE sul Whistleblowing? Oppure una normativa nazionale? Oppure ancora le vostre policy interne o il vostro codice etico? In caso contrario, è necessario informare il segnalante circa l’inappropiatezza della segnalazione e comunicare quale sarebbe stato il canale alternativo dove denunciare il fatto. In caso di lamentele circa il prodotto, infatti, è opportuno rivolgersi ai canali di assistenza cliente messi a disposizione dall’azienda. 

Integrity Line Blog WB Investigation 2
Iniziate le indagini valutando prima la pertinenza delle segnalazioni ricevute.

2. Contattare il segnalante

È importante stabilire una comunicazione con il segnalante il più presto possibile. La Direttiva UE sul Whistleblowing prevede un massimo di 7 giorni per dare un primo riscontro al segnalante circa l’avvenuta ricezione della segnalazione e 90 giorni per comunicare lo stadio delle indagini. Se alla segnalazione non segue riscontro nei tempi previsti, rischiate che i dipendenti perdano la fiducia nella vostra piattaforma di whistleblowing. Considerate l’idea di lavorare a modelli di risposta standard, in grado di coprire le diverse casistiche, per essere rapidi e tempestivi. Se una segnalazione non contiene motivi sufficienti per sospettare un’effettiva cattiva condotta, assicuratevi di chiedere al segnalante di fornire informazioni più dettagliate sull’incidente in questione. I sistemi digitali di whistleblowing consentono la comunicazione con il segnalante attraverso una funzione di messaggistica integrata (e riservata).

Integrity Line Blog WB Investigation 3
Tutti i documenti rilevanti e i risultati delle indagini dovrebbero essere salvati nell’area sicura di Case Management del vostro sistema di whistleblowing.

3. Arrivare al fondo delle cose

Così come il feedback  anche l’apertura di indagini interne dovrebbe essere più che mai tempestiva. Valutate i documenti (comprese le prove ricevute dal segnalante), interrogate i vostri dipendenti e, se necessario, contattate nuovamente il whistleblower. Durante le indagini, assicuratevi di rispettare il diritto del lavoro, la riservatezza e i requisiti di protezione dei dati. Idealmente, tutti i documenti rilevanti e i risultati delle indagini dovrebbero essere salvati nell’area sicura di Case Management del vostro sistema di whistleblowing.

4. Adottare misure correttive

Dopo il completamento di qualsiasi indagine, sarà necessario riassumere i risultati per il management, comprese le eventuali misure correttive che sono state adottate o sono pianificate. Le sanzioni e gli altri processi devono essere comunicati in modo trasparente all’interno dell’organizzazione. Al termine dell’indagine, chiudete il caso nel vostro sistema di Case Management e rendete anonimi i dati personali raccolti, se necessario. Ai fini della segnalazione e dell’archiviazione, tutti i casi devono rimanere all’interno del sistema di segnalazione.

Integrity Line Blog WB Investigation 3
I sistemi digitali di whistleblowing consentono la comunicazione con i segnalanti attraverso le funzioni integrate.

In sintesi

Whistleblowing Report

Studio completo sul whistleblowing nelle aziende europee

Condividi questo articolo con:

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Sabine Stoehr contact image | integrityline.com
Sabine Stöhr
Senior Product Manager | EQS Group
In qualità di Senior Product Manager per la EQS Integrity Line Sabine è un’esperta nell’implementazione di sistemi di whistleblowing. Ha sede nel nostro ufficio di Zurigo.